Notevole partecipazione per il secondo appuntamento del ciclo “Capire l’economia con la Mmt”.

Tema affrontato quello del lavoro, con la piena occupazione

e l’uso della finanza funzionale a beneficio dell’interesse pubblico. Lunedì terzo incontro su svalutazione e inflazione
Qui le slide presentate durante l’incontro: http://www.slideshare.net/pierpaoloflammini/finanza-funzionale-piena-occupazione-plg-e-costituzione

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Continuano – siamo al secondo appuntamento – gli incontri organizzati dall’associazione culturale “Le Idee” del presidente Lino Rosetti in merito al ciclo “Capire l’economia con la Mmt“. Lunedì 23 febbraio i temi esposti, a partire dall’ambito post-keynesiano e relazionati dal giornalista di Riviera Oggi Pier Paolo Flammini, referente regionale dell’associazione Me-Mmt Marche, hanno riguardato forse il tema centrale della Modern Money Theory: la possibilità di avere una piena occupazione “permanente”, assieme ad una affidabile stabilità dei prezzi, e mantenendo l’impianto di una economia dove l’azione pubblica si innesta in un sistema economico che tuteli e incentivi l’iniziativa privata.

Temi affrontati e poi approfonditi nel ricco dibattito con il pubblico molto numeroso anche in questa occasione, sono stati la finanza funzionale, ovvero la necessità di implementare politiche di interesse pubblico senza vincoli economici artificiali e ideologici (uno per tutti, il famoso rapporto 3% tra deficit e Pil), la causa della disoccupazione in politiche fiscali errate da parte dello Stato (tasse troppo alte in rapporto alla spesa pubblica), e quindi i Programmi di Lavoro Garantito come sistema di “lavoro in ultima istanza” tale da garantire, anziché una “riserva di disoccupati”, lavoro (specie in ambito socio-ambientale), benessere e una domanda interna stabilizzata a favore delle imprese nazionali. Utile anche il raffronto tra il senso profondo e sociale della Costituzione Italiana e, invece, quello “altamente competitivo” e “adattabile” nato dai trattati europei.
“Qualcuno mi ha chiamato, prima dell’incontro, ringraziandomi per quello che stiamo facendo” ha dichiarato Lino Rosetti “e questo ci riempie di orgoglio. Adesso dovremo cercare di trasformare questa conoscenza, che è una nostra arma di difesa, in attività concrete quotidiane”. Lunedì prossimo, 2 marzo, sempre alle ore 21 all’hotel Calabresi, terzo appuntamento con un incontro che servirà sia a capire in maniera concreta cosa è accaduto nell’Eurozona, sia a scalfire i “miti” del mainstream circa gli effetti della svalutazione e dell’inflazione.
E’ gradita la prenotazione: info@leidee.eu, 348.3369040